Come creare una Hygge Life – How to create a Hygge Life

In questi mesi di pancia-riposo forzato , ho avuto,per la prima volta dai tempi dell’università forse, il tempo di pensare, di assaporare le giornate, di notare davvero le piccole cose e i gesti quotidiani. Di osservare meglio le mie relazioni con le persone, a volte anche troppo per un’analitica come me. E’ come aver messo il paraorecchie e aver lasciato fuori il  rumore della fretta, delle riunioni, del telefono  del traffico e aver riscoperto la realtà.

E  tutto è ovattato e nel silenzio anche i sussurri emergono  forti e più forti sono le sensazioni provocate dagli accadimenti quotidiani, come la madeleine di Proust portano con se’ ricordi e sensazioni. Convinta come sono che nulla accade per caso, ho trovato in libreria “per caso” il libro “Hygge” di Louisa Thomsen Brits. Avevo letto questo termine sul web e in molti hashtags senza però soffermarmi realmente sul suo significato.  Hygge è un termine danese tipico della cultura scandinava ‘Hygge (pronuncia “ugghe”) è un modo di essere, è la nostra voglia di condividere. E’ la sensazione  di sentirsi protetti, sicuri, in un rifugio caldo.  E’ un’esperienza individuale e al contempo di comunione con gli altri e con i luoghi…’ e a ben pensare: chi ha mai visto un danese stressato? Non che ne conosca molti in effetti ma si sa no? 🙂

Recentemente ho letto su Facebook un articolo/intervista ad una donna italiana, avvocato, emigrata in Danimarca, in cui racconta come il tempo sia socialmente ed equamente distribuito tra lavoro e qualità della vita; a chi resta in ufficio dopo le 17 viene chiesto se ha problemi in famiglia!. Qui chi va via alle 18 si sente dire “oggi mezza giornata eh?”. A me è successo.

Proviamo quindi a far entrare un po’ di Hygge nella nostra vita, rendendo la nostra quotidianità un “rifugio caldo”  anche quando  il mondo esterno fa di tutto perchè  non sia così. Iniziamo dal nostro atteggiamento mentale e creiamo dei rituali che ci aiutino a creare, nutrire ed evocare questa  intimità e connessione.

A partire dall’inizio: Qual è  la prima cosa che fai ogni giorno? Hai un rituale positivo che ti mette di buonumore? Io ad  esempio non mi alzo dal letto senza almeno un minuto di coccole con mio marito;e pancione nel mezzo!

Proviamo a dare a ciò che è normale un significato e una sfumatura speciale, tutto di nuovo parte dalla mente. Soffermiamoci ad assaporare i gesti, un saluto, il sole del mattino, un caffè, senza darli per scontati. Ogni cosa, persona o luogo che ci fa star bene è un dono.

Io ho introdotto un nuovo rituale per chiudere la giornata rilassandomi mentre guardo la tv in famiglia: sferruzzare. Sono capace? Le basi: diritto e rovescio, so fare solo una sciarpa. Ma non importa, non è il risultato perfetto che mi interessa, è il mezzo, è il gesto che scarica la mente dai pensieri e mi culla dolcemente, mentre ho  vicino a me i miei affetti e i programmi tv che preferisco scorrono…

Tu cosa fai o pensi per rendere Hygge la tua giornata? Dammi altri spunti e condividiamoli per aggiungere valore alla nostra vita!

 

 

Annunci

2 pensieri su “Come creare una Hygge Life – How to create a Hygge Life

  1. A me piace tanto raccontare momenti piacevoli prima di addormentarci. Magari un bel ricordo del mio babbo, oppure una parola strana che era usa pronunciare mia figlia, qualcosa che faccia sorridere e dia dolcezza nel ricordare.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...